Scopri l'inverno

in Alto Adige!

Vai alle offerte

Dialetto sudtirolese

Bavarese del sud con influssi italiani

Sette su dieci sono di madrelingua tedesca, di cui la gran parte utilizza il dialetto locale, ma solo nella lingua parlata. I mass media adottano la lingua tedesca ufficiale, come pure è consuetudine nello scritto. Il dialetto sudtirolese appartiene al bavarese del sud e comprende circa 40 varianti regionali che si differenziano di valle in valle: in Val Pusteria si parla un’altra variante locale del dialetto rispetto ad esempio alla Val Sarentino.

Per questo i linguisti suddividono il dialetto altoatesino in un gruppo dialettale occidentale, uno centrale e uno orientale. Essendo l’Alto Adige parte dell’Italia, il dialetto sudtirolese comprende naturalmente anche parole “prese in prestito” dalla lingua italiana. Vi si notano anche influssi di derivazione latina.  

Le tradizioni altoatesine sono più vive che mai

Dialetto altoatesino

Poiché per secoli le valli delle regioni montane dell’Italia settentrionale non furono quasi esposte a influssi esterni, le tradizioni locali furono tramandate di generazione in generazione. Ancora oggi le tradizioni altoatesine sono custodite gelosamente.

Tra queste vi sono una gran varietà di usanze cristiane, ma anche pagane, della storia regionale. Tradizioni artigianali come l’intaglio del legno gardenese e la realizzazione dei merletti sono parte delle antiche tradizioni altoatesine. 

Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti pubblicità orientata alle tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento tranne che al link sopra indicato, acconsenti automaticamente all’uso dei cookie.
OK