Delizie tipiche del Törggelen

Il vino nuovo secondo antiche usanze

Non è un caso che il Törggelen si festeggi in autunno. La tradizione ha origine presso i viticoltori altoatesini che con questa festa ringraziavano probabilmente tutti quelli che li avevano aiutati nella pigiatura dell’uva per ottenere vini pregiati. E così, proprio in quest’occasione era assaggiato il vino novello per la prima volta. Si festeggiava proprio nel locale, dove si trovava il torchio per la pigiatura dell’uva, il “Torggl”.

L’attrattiva principale di questa tradizione è il mosto dell’uva dei primi giorni della fermentazione, chiamato anche “Siaßer” o “Sußer”, e il vino novello o “Nuier”. Come stuzzichino si servono salamini piccanti fatti in casa, speck e formaggio con pane di segale, come antipasto un delizioso tris di canederli o una saporita zuppa d’orzo. La portata principale è costituita da un piatto a base di specialità di carne e insaccati come sanguinaccio, carne in salamoia o costine con crauti. Come dessert si propongono Krapfen con una farcitura dolce di albicocche o papavero, noci o caldarroste.

Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti pubblicità orientata alle tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento tranne che al link sopra indicato, acconsenti automaticamente all’uso dei cookie.
OK